La morte non esiste, non è mai esistita, e non esisterà mai. E’ un’invenzione della religione,
ma se vi riferite a: L’incidente, la malattia, l’operazione andata male, l’agonia, l’obitorio, il funerale, i fiori, la cremazione la sepoltura, il pianto dei parenti, quelle sono tutte manovre per il cambio di guardaroba, il corpo è un vestito, siamo qui nelle vesti di una nuova persona, con un nuovo corpo.
Io non sono mai nato, continuo ad esistere cambiando il mio essere
Appena si nasce tutti intorno a noi ridono e sono contenti, quando cambieremo il  guardaroba saremo noi a ridere mentre tutti intorno a noi piangeranno.
Appena ci sveglieremo… proprio a casa nostra girerà subito la voce che siamo morti.
La morte è il risveglio da quel torpore chiamato VITA.
Voglio  aiutare chi ha paura della morte.
Nel futuro si potranno salutare e addirittura accompagnare i parenti nelle aldilà stazioni, degli spazi astro-siderali, un pò come quando noi su questa terra  li accompagniamo all’ospedale, poi noi dopo torniamo indietro, torniamo a casa.